venerdì 9 maggio 2014

Capesante in padella

Capesante in padella

Le capesante sono un antipasto di pesce, tipicamente veneziano ma diffuso in tutto l’alto Adriatico. A Venezia le capesante vengono servite sia come antipasto, che come saporito secondo piatto.
 Tra le ricette, la più comune è quella delle capesante gratinate, cotte al forno col pangrattato.
Ottime alla griglia, sono anche cucinate scottate in padella con un filo d'olio come ho fatto io, passandole nella farina, per mantenersi belle morbide.

Sono molto apprezzate anche le conchiglie, che, per la loro forma e dimensione, sono spesso usate come piattini per servire insalate di mare, mozzarelle, o altri antipasti.

Ingredienti per 4 persone:
  • 8 capesante
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 rametti di prezzemolo
  • 2 cucchiai olio d'oliva
  • 5 ml di succo di limone Polenghi
  • 50 ml vino bianco
  • sale e pepe, farina q.b.
Preparazione: 
Lavare le capesante accuratamente sotto l'acqua corrente, per eliminare la sabbia che contengono. Per aprirle si possono cuocere per pochi minuti in acqua bollente. Se invece devono essere consumate crude, devono essere aperte con un coltellino affilato. Io le ho comprate già aperte, per facilitare la preparazione. Staccare i molluschi e conservare le conchiglie.
In un tegame saltare nell'olio le capesante infarinate leggermente. Aggiungere l’aglio, il prezzemolo tritato finemente, unire anche il vino, il succo di limone, insaporire il tutto con il sale e il pepe e ultimare la cottura per 5 minuti a fuoco moderato.  Ricomporre ciascuna conchiglia, disponendo uno o due molluschi per ciascuna, in base alla grandezza e condirle con l’intingolo di cottura.




Nessun commento:

Posta un commento

gioco per ragazza Top Blogs