mercoledì 25 maggio 2016

Girelle( non girelle) di pan brioche con uvetta e aroma di arancia

Girelle( non girelle) di pan brioche con uvetta e aroma di arancia

Li ho chiamate così perché il mio sperimento non è stato molto soddisfacente in quanto l'impasto era un pò troppo molle per fare delle girelle, ma il gusto era squisito. Non potevo non postarle, visto che sono piaciute molto nonostante non si nota dalle foto che sono delle vere girelle, ma provedderò per la prossima a rimediare per ottenere un ottimo risultato e con questo, passo alla ricetta, e alla prossima, metterò il latte di meno....



Ingredienti :
  • 250 g di farina Manitoba
  • 200 g di farina 00
  • 180 ml di latte
  • 7 g lievito secco attivo Mastro Fornaio Paneangeli
  • 100 g di burro morbido
  • 2 uova
  • 2 cucchiaini di polvere di arancia (o scorza di 1 arancia bio)
  • 1/2 fialetta aroma arancia Paneangeli
  • 120 g di zucchero semolato
  • 1 pizzico di sale
  • 50 g zucchero a velo vanigliato Paneangeli
  • 2 cucchiai abbondanti di acqua (ho usato quella dall'uvetta)
  • 150 g di uvetta
Preparazione:
  1. Setacciare le farine e metterle nel contenitore della planetaria insieme al lievito, lo zucchero semolato e miscelare bene.
  2. Aggiungere il latte, le uova, azionare la planetaria, munita di gancio e lasciare lavorare una decina di minuti.
  3. Unire l'aroma, la polvere di arancia, il sale e poco per volta il burro a fiocchetti e continuare a lavorare fino ad incorporare molto bene il burro dopo ogni aggiunta, io ho impegato in tutto circa 25 minuti.
  4. Rovesciare l’impasto sul piano di lavoro leggermente unto di olio di semi e ripiegarlo più volte su se stesso.
  5. Trasferirlo in una terrina coperta con pellicola trasparente, non a contatto, o con un coperchio in dotazione e mettere a lievitare dentro il forno spento con la luce interna accesa.
  6. Lasciare lievitare per circa 2 ore, o fino a che l’impasto raddoppiera il suo volume.
  7. Nel frattempo mettere l'uvetta a mollo in una terrina, che avrette coperto bene con dell'acqua, almeno 30 minuti prima.
  8. Rovesciarlo sul piano di lavoro oliato leggermente e stenderlo con il mattarello poco meno di 1 cm di spessore, fino ad ottenere un rettangolo di circa 40 x 50 cm e cospargere tutta la superficie con l’uvetta ben strizzata.
  9. Arrotolare delicatamente su se stesso e tagliarle le girelle dello spessore di 1 cm e ½.
  10. Disporre le girelle sulla placca foderata di carta forno, io ho riempito due placche (32 pezzi ). Rimettere le placche dentro il forno con lucina accesa e lasciare lievitare per un’altra oretta.
  11. In una terrina mettere lo zucchero a velo setacciato, aggiungere l'acqua e mescolare con una forchetta.
  12. Spennellare tutte le girelle ed infornare nel forno statico preriscaldato a 180° e cuocere per circa 20 minuti.
  13. Sfornare, lasciare raffreddare su una gratella e servire.



13 commenti:

  1. Meno male...arrivo per prima, così mi prendo due di queste delizie per merenda....devono essere stupende,complimenti!

    RispondiElimina
  2. mmmm che buone queste non-girelle, e poco importa che non si vedano i solchi, devono essere proprio 'morbidose' :)

    RispondiElimina
  3. Che buone, devono essere sofficissime, ottime per la colazione, brava! Baci!

    RispondiElimina
  4. Deliziose...mettono voglia di addentarle solo a guardarle, quello che conta non è la forma ma la bontà!!!

    RispondiElimina
  5. Ultimamente mi si è risvegliata la passione per le brioches e questa variante è invitante e originale, anche nella manipolazione, oltre che per l'abbinamento dei gusti.
    Complimenti e a presto:-)
    Marilena

    RispondiElimina
  6. Ti sono venute meravigliosamente bene questa prima volta, posso solo immaginare come verranno la prossima. Bravissima!
    Un bacio

    RispondiElimina
  7. Sono davvero carine e a colazione fanno svegliare tutti i sensi con tanta dolcezza :-P

    RispondiElimina
  8. Io le trovo altrettanto golose come merende al di là della forma ;)

    RispondiElimina
  9. Sembrano perfette per la colazione o una merenda!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  10. Mi piacerebbe tanto far colazione con una focaccina di queste, le adoro con l'uvetta e tu le hai fatte benissimo, sembrano uscite dalla pasticceria, bravissima!
    Baci

    RispondiElimina
  11. ma che ti importa dell'aspetto estetico, l'importante è che siano buone e sono sicura che sono buonissime! bacioni

    RispondiElimina
  12. CHE BELLA MERENDA, SEMBRANO MORBIDISSIME E MOLTO GOLOSE!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  13. Stupende per la prima colazione, cara Andreea.
    Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina

gioco per ragazza Top Blogs