Passa ai contenuti principali

Arancini con ripieno di ragù, pisellini ed emmental....


....ovvero, gli arancini di Elisa. Ehi sì, perché le soddisfazioni sono anche queste, quando i tuoi figli ti preparano certe prelibatezze come queste. Tutto è avvenuto un pomeriggio libero dal lavoro della figlia più piccola Elisa. E siccome il giorno prima abbiamo scherzato su questo che ci vogliono fatti due arancini, lei subito a preso spunto e ha detto, mamma, domani pomeriggio sono libera e magari li faccio io. Detto e fatto, lei ha detto che li preparava ma non faceva delle foto, ma questo non era un problema, per me è stato un onore fotografarli e per tutti noi è stato un onore anche a mangiarli. Erano così belli che non potevo non metterli nella lista delle ricette, è stata bravissima !!! Buoni arancini a noi !!!
Ingredienti :
  • 500 gr riso 
  • 1,3 l acqua per bollire riso
  • 350 gr circa di ragù (io ho messo un barattolino di ragù fatto in casa)
  • 50 gr circa pisellini
  • 100 gr emmental a cubetti
  • 2 cucchiaini e mezzo di brodo fatto in casa o in mancanza sale al gusto
  • 30 g burro
  • q.b. sale, pepe
  • 1 uovo per il riso
  • Per la pastella :
  • 1 uovo
  • 215 farina
  • 300 ml acqua 
  • olio per friggere
  • pan grattato
Preparazione :
  1. Mettere sul fuoco una pentola antiaderente con l'acqua, il burro, il brodo e quando inizia a bollire, aggiungere il riso.
  2. Mescolare, aspettare che riprende il bollore, mescolare una seconda volta, abbassare il fuoco e lasciare asciugare lentamente tutta l'acqua.
  3. Una volta asciugata tutta l'acqua, spegnere e rovesciare il riso su un piano per farlo intiepidire.
  4. Mettere il riso in una terrina, pepare, correggere di sale o brodo granulare vegetale fatto in casa, aggiungere l'uovo e mescolare per amalgamare.
  5. Mettere il ragù in un pentolino, unire i pisellini e cuocere insieme fino a che il ragù asciuga bene e lasciare intiepidire.
  6. Preparare la pastella mescolare la farina con l'acqua, uovo sbattuto e un pizzico di sale.
  7. Per fare gli arancini per prima ungere d'olio lo stampino prima di mettere il riso, se avete a disposizione l'arancinotto.
  8. Riempire di riso la base dello stampo fino all'orlo.
  9. Coprire con il coperchio e tenendolo ben saldo introdurre lo stantuffo.
  10. Introdurre un pò di ragù con pisellini e cubetti di emmental e rinchiudere con un altro pò di riso, pressandolo col fondo dello stantuffo.
  11. Togliere il coperchio e capovolgere lo stampo per far uscire l'arancino finito.
  12. Per facilitare la sformatura, il riso deve essere preferibilmente tiepido.
  13. Ora passare gli arancini nella pastella leggera preparata in precedenza, nel pan grattato e così sono pronti per la frittura.
  14. Mettere una pentolino dai bordi alti abbondante olio di semi e far riscaldare bene.
  15. Aggiungere pochi arancini alla volta e friggere fino a che otterranno un bel colore dorato, bisogna fare attenzione che siano ben sommersi nell'olio.
  16. Scolarli man mano che sono dorati e trasferirli su un piatto coperto con carta assorbente da cucina.
  17. Servire accompagnati con della rucola, valeriana, un insalata mista, pomodorini, ravanelli o con quello che più piace, noi li abbiamo accompagnati anche con della glassa all'aceto balsamico.
 



Commenti

  1. Cara Andreea, un piatto così credo sia leggerissimo adatto alla sera, fa proprio per me!
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbracci e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Tomaso è abbastanza leggero e mi fa piacere sapere che è per i tuoi gusti. Un abbraccio e buona domenica !

      Elimina
  2. Ma bravissima! Tale mamma, tale figlia! Complimenti a Elisa! Giusta compatezza, giusta equilibrio tra riso e ripieno, giusta dorata! Come piacciono a me! Tanto di invidia per chi li ha mangiati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Eleni, devo dire che sono rimasta abbastanza soddisfatta e mi fa piacere vedere che i miei figli amano cucinare, anche solo per il fatto che un domani non si trovano in difficoltà !

      Elimina
  3. piatto che adoro ma per me niente balsamico !

    RispondiElimina
  4. Tantissimi complimenti a Elisa le sono venute benissimo!!!Sicuramente buonissime!:).
    Un bacione e buona domenica:))
    Rosy

    RispondiElimina
  5. Beh Elisa è stata bravissima e complimenti a te per le foto. Mi piacciono davvero molto.

    RispondiElimina
  6. Ma complimenti ad Elisa :-) Hanno un aspetto perfetto e non stento a credere che anche il sapore sia sublime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono volati via in un lampo ciò vuol dire che erano anche molto buone, grazie mille Consuelo !

      Elimina
  7. Buongiorno!
    Complimenti che brava Elisa! Buonissimi da provare, mio padre gli adora! Un abbraccio bon inizio settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Shane, e a chi non piace mangiare u paio di queste prelibatezze !!!

      Elimina
  8. Che spettacolo questi arancini!!! Si divorano con gli occhi. Un bacione

    RispondiElimina
  9. Brava sono un invito a nozze per me... te ne rubo uno!😘

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Cuore di vitello nel umido

Torta di nocciole soffice, profumata e golosa, al olio

Arrosto di lonza di maiale con carote, cipolla e sedano

Noci dolci ripiene con crema alle noci

Torta - Crostata furba al cacao e frutti di bosco

Verza stufata con cotechino

Alette di pollo con cipolla, in padella

Alette di pollo con cipolla, in padella Ingredienti : 6 alette di pollo 3 cipolle 3 spicchi d'aglio sale, pepe, olio rosmarino 150 ml vino bianco Preparazione : Bruciacchiare le alette sul fornello per togliere ogni piuma rimasta e anche per rendere le ali più gustose e lavarle. Sbucciare le cipolle e tagliare  a fettine. Sbucciare anche l'aglio  e tagliare molto fine. In una padella capiente mettere qualche cucchiaio di olio, aggiungere le cipolle e l'aglio tagliate e cuocere per 2 minuti. Unire anche le alette e un rametto di rosmarino e rosolare. Sfumare con il vino e lasciare evaporare lentamente, coprendo la padella. Aggiungere ancora un bicchiere di acqua bollente, salare, pepare e continuare la cottura fino a che evapora l'acqua, ma non del tutto, affinché rimane un bel sughetto da accompagnare insieme. A questo punto spegnere e servire. Con pochi ingredienti si ottiene un buon piatto gustoso, con una carne leggera ma di un buonooo..., perla via de